Il gruppo e gli obiettivi


immagine4

Black Reality è un progetto ideato da:
Valerio Gatto Bonanni
Gianluca Riggi

In collaborazione con:
Flavio Ciancio

Organizzazione e ufficio stampa:
Carla Romana Antolini

Il progetto Black Reality giunto quest’anno alla quinta edizione, vuole rappresentare esperienze e testimonianze, le imprese di tutti coloro che affrontano un viaggio di migrazione verso un occidente “civilizzato”. Vuole raccontare la vita quotidiana di scontro e di integrazione di chi cerca una nuova cittadinanza. I migranti sono qui importanti testimoni e soprattutto protagonisti del processo creativo degli spettacoli, frutto di esperienze laboratoriali.

Dal 2011 si è intrapreso un lavoro di integrazione e di inclusione sociale attraverso il teatro con ragazzi provienienti dall’Africa (Africa mediterranea e subshariana), Afghanistan, Bangladesh, Kurdistan. Nel 2012 e nel 2013 gli spettacoli prodotti sono andati in scena al Teatro Palladium di Roma. La terza edizione si è svolta nel maggio 2014 al Teatro Vascello in forma di rassegna di arti performative.

Nel biennio 2014-2016 Black Reality diventa Officina di Teatro Sociale della Regione Lazio.Il nostro lavoro si è composto da 6 laboratori di teatro in collaborazione con Accademia Nazionale D’Arte Drammatica “Silvio d’Amico”, Arci – Malafronte, Associazione Cittadini nel Mondo – Selam Palace, Archivio Memorie Migranti, Centro Baobab, The American University of Rome, Teatro del Lido di Ostia, Teatro Quarticciolo, Teatro Furio Camillo, C.A.R.A. Staderini, Sprar Gerini.

Abbiamo realizzato delle attività di teatro invisibile nella città, una produzione di teatro ragazzi  OCCHIO x OCCHIO e il Mondo diventa Cieco, uno spettacolo teatrale The Black is the new Black,  una  mini web serie di Tutorial per Migranti  e un Docu-film.

La seconda e la terza edizione della rassegna di arti performative sulle migrazioni è stata realizzata in collaborazione con le associazioni e gli artisti che lavorano sul territorio di Roma. La missione è quella di trasformare il progetto Black Reality in un network di teatro sociale rivolto a migranti di prima e seconda generazione, raccordando progetti similari che sappiano mantenere alta la provocazione teatrale, la denuncia sociale di un fenomeno deflagrante e la proposta artistica nel rapporto con lo spettatore e la critica teatrale.

Attori (2011-2016): Flavio Ciancio, Valerio Malorni, Cristiana Vaccaro, Camilla Bertini, Cralo Gori, Elena Garrafa, Magda Mercatali.

Partecipanti ai laboratori teatrali (2011-2016): Simo El Idrissi, Emilie Sow, Easther Oregbeomwen, John Chinedu, Edilson Araujo, Shakhawat Hossain, Ishtiaq Khan, Shamsullah Ziyai, Wisdom Koffi-Gbama, David Lonlonyo, Mohamed El Sahaf, Abed El Kabir, El Bassi, Jalal, Fa Usmani, Ari Akam Youssef, Lofti, Gladys Stephen, Mohamed Alimarouf, Mabel Igbinedion Obasuyi, Adil El Gaadiri, Abdellah Essate, Sacko Moussa, Traorè Daouda, Tenlisa Sofia, Abdullah Issifu, Comfort Imuzai, Abdulmajieed Yussif, Courage Omokaro, Vera Odiase, Edith Igbiare Agbamoin, Abdul Rahman Musah, Anwarsadat Tijani, Emilie Sow, Easther Oregbeomwen, John Chinedu, Simo El Idrissi, Edilson Araujo, Mohamed Kamara, Boutros Popos

Scene, costumi e assistente alla regia (2011-2015):
Federica Fiorenza

Organizzazione e ricerca fondi (2014-2015):
Gabriella D’Amico

Tirocinanti (2013-2016):

Francisco Garcia, Bruno Valente, Alexandra Navarre, Francesca de Magistris, Azzurra Lochi e Federico Vanich